"he was young, handsome, a millionaire, and he'd just pulled off the perfect crime!"

domenica 16 marzo 2008

no country for old men

dell'ultimo film dei fratelli coen hanno scritto e commentato tutti e non vedo perchè dovrei farlo anch'io, ma quando c'è di mezzo il deserto al confine tra il texas e il messico e una sala semideserta proprio non resisto.



il deserto al confine tra messico e texas appunto, il luogo epico per eccellenza.
ancora una volta un western a guidarci tra le pieghe e i silenzi dell'anima. davvero difficile descrivere i perchè e i risvolti di un capolavoro dove i fratelli coen ritrovano l'ispirazione dei tempi migliori.
si tratta di cinema assoluto: classico, moderno e crepuscolare al tempo stesso. ci sono i valori tradizionali, la follia e la sconfitta, la determinazione e l'accanimento del destino nel rivendicare il proprio spazio ineluttabile. tommy lee jones veste i panni dello sceriffo ed tom bell, siamo nel 1980 e il mondo è già andato troppo oltre per lui, figurarsi cosa direbbe ora.
llewelyn moss (josh brolin) è il cowboy che si aggrappa con tutte le forze alla sua grande occasione, mentre anton chigurh (lo straordinario javier bardem) compie il piano divino con lucida follia. difficile aggiungere altro senza finire per straparlare e non è per nulla mia intenzione.
mi limito a segnalare la splendida e perfettamente calzante non-colonna sonora. ai limiti del field recording

la sala era praticamente deserta, ma subito, sui titoli di coda, alle mie spalle si levano commenti. talmente fuori sincrono da apparire surreali. geniale ironia involontaria:

di sicuro faranno il secondo perchè il matto è ancora in giro.



da applausi, non riesco a trattenere un sorriso che dio li fulmini.

9 commenti:

Richard P. Feynman ha detto...

è gente abituata a Harry Potter...

Romilar ha detto...

bellissimo! e finalmente un film con un finale "alla cazzo" per molta gente..'nuff said

mr.crown ha detto...

il finale con lo sceriffo ed tom bell che confida i suoi tormenti notturni alla moglie è epica pura.

Anonimo ha detto...

Anch'io visto ma sala piena

Grog

Deni ha detto...

E' un pezzo che non usciva un film del genere. Una delle poche volte in cui un oscar è andato veramente dove doveva andare.
L'affermazione finale è talmente fuori luogo da essere fantastica. Bisognerebbe fare un film su chi l'ha fatta.

Richard P. Feynman ha detto...

La seconda volta che l'ho visto in sala è stata ancora meglio della prima.

Dalla terza volta in poi la meraviglia.

mr.crown ha detto...

più che rivederlo ora mi vado a leggere il libro.

di sicuro faranno il secondo ....
è davvero fenomenale.
così vicini, così lontani

Anonimo ha detto...

...io ho letot il libro prima...e secondo è molto meglio...anche se il film è eccezionale...rispetto anche agli ultimi film dei coen...
and
www.wrong-.splinder.com

paludosa ha detto...

io di tutto il film ho il cruccio di non ricordare le parole del dialogo finale, a parte il libro che so certo come trovarlo sapete un metodo?